Roero

La denominazione Roero, che deriva dalla famiglia che per secoli resse un feudo nella stessa area di produzione di questo vino, situata nella provincia nord-orientale di Cuneo, è riservata ai vini bianchi e rossi rispondenti alle condizioni e ai requisiti stabiliti dal relativo disciplinare di produzione. Il vino rosso in etichetta viene denominato esclusivamente con la menzione Roero, mentre per il bianco alla denominazione viene aggiunta l'indicazione Arneis. Il Roero rosso viene prodotto anche nella tipologia Riserva, ed il Roero Arneis anche come tipologia Spumante.

La zona di produzione comprende, in provincia di Cuneo, per intero il territorio amministrativo dei comuni di Canale, Corneliano d'Alba, Piobesi d'Alba, Vezza d'Alba ed in parte quello dei comuni di Baldissero d'Alba, Castagnito, Castellinaldo, Govone, Guarene, Magliano Alfieri, Montà, Montaldo Roero, Monteu Roero, Monticello d'Alba, Pocapaglia, Priocca, S. Vittoria d'Alba, S. Stefano Roero e Sommariva Perno.

 Vitigno

Roero: vitigno Nebbiolo minimo 95%; possono inoltre concorrere, congiuntamente o disgiuntamente, le uve provenienti da vitigni a bacca rossa non aromatici idonei alla coltivazione nella Regione Piemonte fino ad un massimo del 5%. Roero Arneis: vitigno Arneis minimo 95%; possono inoltre concorrere congiuntamente o disgiuntamente, le uve provenienti da vitigni a bacca bianca non aromatici idonei alla coltivazione nella Regione Piemonte fino ad un massimo del 5%.

 Caratteristiche

Aspetto

Il Roero Docg, anche nella tipologia Riserva, presenta colore rosso rubino o granato. Il Roero Arnais presenta colore giallo paglierino, più o meno inteso per la tipologia Spumante.

Profumo

L'odore delle tipologie del Rosso è fruttato, caratteristico e con eventuale sentore di legno. Quello del Roero Arneis è delicato, fresco e con eventuale sentore di legno. Quello del Roero Arneis Spumante è delicato, fruttato, fresco, con eventuali sentori che possono ricordare il lievito, la crosta di pane e la vaniglia.

Gusto

Il sapore del vino Roero Rosso è asciutto, di buon corpo, armonico ed eventualmente tannico, quello del Roero Arneis è elegante, armonico ed eventualmente tannico, infine il sapore del Roero Arneis Spumante è da brut nature a dolce, elegante e armonico.

Gradazione

Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 12,50% vol per la tipologia del Rosso, 11,00% vol per la tipologia Arneis, e di 11,50% vol per lo Spumante.

Età ottimale

Il periodo di invecchiamento previsto per il Roero è di 20 mesi a partire dal 1° novembre dell’anno di raccolta delle uve. Per il Roero Riserva il periodo di invecchiamento è di 32 mesi sempre a partire dal 1° novembre dell’anno di raccolta delle uve.

 

 

 Zona di produzione

 Tipologie

  • Roero
  • Roero Riserva
  • Roero Arneis
  • Roero Arneis Spumante

 Calice e servizio

Il Roero Rosso va degustato in calici allungati per vini rossi giovani o in ballon se invecchiato a una temperatura di 18-20 °C. Il Roero Arneis va servito a una temperatura di 10-12 °C in calici per vini bianchi giovani entro un anno dalla vendemmia.


 Abbinamento con i cibi

Il Roero Docg Rosso si sposa bene con la famosa fonduta, con paste e risotti, e con carni bianche o rosse cucinate con salse leggere. Il Roero Arneis si abbina a preparazioni poco strutturate come antipasti classici della terra roerina, verdure, e in particolare peperoni, salumi, carni bianche alla griglia condite con olio d'oliva e formaggi freschi. Il Roero Arneis Spumante è adatto per un pasto leggero.