Nebbiolo d'Alba

Il Nebbiolo d'Alba Doc deriva il nome dalla zona in cui si produce e dal vitigno da cui si ottiene. La leggenda vuole che il nome di questa vite sia stato assegnato da un monaco che si dedicava alla coltivazione dell'orto e di una piccola vigna nei pressi della sua dimora. Una mattina il frate trovò la vigna avvolta in una fitta nebbia e, credendo fosse un segno del Signore, smise di coltivare la terra per dedicarsi alle preghiere. Nel periodo della vendemmia, però, la nebbia scomparve depositandosi sui chicchi d'uva che brillavano al sole. Secondo la testimonianza di un gioielliere di casa Savoia, invece, l'origine del nome “Nebbiolo” era da ricondurre alla parola “nobile”, che, secondo il gioielliere, definiva al meglio le qualità di questo vino.

La zona di produzione comprende l'intero territorio dei comuni di Canale, Castellinaldo, Corneliano d'Alba, Govone, Monticello d'Alba, Piobesi d'Alba, Priocca, S. Vittoria d'Alba, Sinio, Vezza d'Alba e parte di quello dei comuni di Alba, Baldissero d'Alba, Bra, Castagnito, Diano d'Alba, Grinzane Cavour, Guarene, La Morra, Magliano Alfieri, Monchiero, Monforte d'Alba, Montà, Montaldo Roero, Montelupo Albese, Monteu Roero, Novello, Pocapaglia, Roddi, Roddino, S. Stefano Roero, Sommariva Perno e Verduno, in provincia di Cuneo e viene prodotto anche nelle tipologie Superiore, Spumante, Spumante Rosé.

 Vitigno

Nebbiolo 100%.

 

 

 

 

 Caratteristiche

Aspetto

Il Nebbiolo d'Alba anche nella tipologia Superiore presenta colore rosso rubino intenso tendente al granato, lo Spumante ha colore rosso rubino eventualmente tendente al granato più o meno intenso, lo Spumante Rosè ha colore rosato più o meno intenso.

Profumo

L'odore del Nebbiolo d'Alba è fruttato e caratteristico, con eventuale sentore di legno nella tipologia Superiore. Lo Spumante ha odore netto, fruttato e complesso con sentori che ricordano il lievito e la crosta di pane.

Gusto

Il sapore è secco, vellutato ed armonico. Lo Spumante ha sapore secco, abboccato o amabile, sapido e ben strutturato.

Gradazione

Il titolo alcolometrico volumico minimo è di 12,00% vol per il Rosso, 12,50% vol per il Superiore e 11,50% vol per lo Spumante.

Età ottimale

Il periodo di invecchiamento obbligatorio è di 12 mesi a decorrere dal 1° novembre dell'anno di raccolta delle uve (18 mesi, di cui almeno 6 in legno, per la tipologia superiore, 6 mesi per le tipologie spumante e spumante rosé).

 

 Zona di produzione

 Tipologie

  • Nebbiolo d'Alba
  • Nebbiolo d'Alba Superiore
  • Nebbiolo d'Alba Spumante
  • Nebbiolo d'Alba Spumante Rosè

 Calice e servizio

Va servito a una temperatura di 16-18°C in calici per vini rossi di corpo, entro tre-quattro anni dalla vendemmia. Lo Spumante si serve ad una temperatura di 8° - 10°C in bicchieri flûte.

 

 

 Abbinamento con i cibi

Il Nebbiolo d'Alba si abbina a primi piatti al ragù, anche di pasta all'uovo, risotti con selvaggina, arrosti e grigliate di carne rossa o pollame nobile e formaggi a media stagionatura. Lo Spumante è un vino da fine pasto.